Nuovo virus legato a Telegram: il bot che offre bitcoin

I ricercatori di ESET hanno individuato un nuovo virus legato a Telegram. Ne parlammo già un anno fa. Il virus viene attivato quando si installa il plug-in per la distribuzione gratuita di bitcoin. Colpisce gli smartphone.

Il virus è chiamato Trojan HeroRat, ed è molto pericoloso. Con esso, gli hacker possono gestire da remoto i dispositivi mobili, consentendo ai truffatori del Web di rubare dati personali agli utenti.

È noto che, in sostanza, gli hacker cercano i dati bancari, i portafogli digitali, i contatti della rubrica e leggono i messaggi. Inoltre, con l’aiuto di questo Trojan, è possibile effettuare chiamate, registrare materiale audio e determinare la posizione dello smartphone.

Sono clonate le schermate del dispositivo. È anche possibile cambiarne le impostazioni.

Tutti i comandi vengono trasferiti dal virus usando il protocollo di Telegram. È passato almeno un anno, e il protocollo continua a essere violabile.

Questo pericoloso virus è gestito tramite un bot disponibile nel messenger. Non è, quindi, rilevabile dagli antivirus.

Articoli Correlati

Vi racconto la storia di un’App da record morta sul nascere

Come eseguire il recupero dei dati da dischi RAID 0, 5 e 6

Controllo completo sui backup Hyper-V e Vmware con Altaro Backup