Referendum spagnolo: oltre 140 domini censurati dal governo

Referendum spagnolo: oltre 140 domini censurati dal governo

In questi giorni si è sentito parlare molto del referendum spagnolo e della guerriglia scatenatasi dopo la censura del governo in merito al referendum, dichiarato incostituzionale.

Il governo inoltre ha adottato strumenti atti a censurare qualsiasi tipo di attività, anche online, correlata al referendum: infatti, tramite un’ordinanza della Corte Suprema spagnola, ha provveduto a censurare oltre 140 domini oltre a rendere indisponibile il suffisso .CAT (quello specifico per la Catalogna). 

La censura poi è stata estesa anche a tutti i domini “specchio” di quello principale, oltre a questo la Guardia Civil ha provveduto non solo a bloccare una specifica lista di domini, bensì anche tutti quei domini che in futuro potranno pubblicare contenuti correlati al referendum, cosa che esclude l’intervento della magistratura. 

In aggiunta è stata rimossa anche l’app dedicata al voto disponibile nel Play Store, estendendo l’ordina di rimozione anche a tutte le altre app pubblicate dallo stesso sviluppatore. 

Ulteriori informazioni possono esser trovate qui:

Censura 1 Oct

La Guardia Civil bloquea más de 140 webs de apoyo al 1-O por orden del TSJCat

Leggi  Google introduce la modalità riservata in Gmail

Un pensiero su “Referendum spagnolo: oltre 140 domini censurati dal governo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *