Piani di sicurezza dell’aeroporto trovati in una chiavetta USB per strada a Londra

Piani di sicurezza dell’aeroporto trovati in una chiavetta USB per strada a Londra

In questi tempi di massima allerta per attacchi terroristici fa strano leggere una notizia del genere, ma purtroppo è accaduta realmente. 

A riportarlo sono i laboratori Eset ed il Mirror di Londra i quali indicano che un uomo disoccupato ha rinvenuto una chiavetta USB nella zona ovest di Londra, zona Queen’s Park Libert Street. Al suo interno ha trovato qualcosa come 174 documenti di cui alcuni con dicitura “restricted” o “confidential”  ove venivano indicate le contromisure e le protezioni da intraprendere nella protezione di primi ministri o politici stranieri all’interno dell’aeroporto Londinese Heatrow. Oltre a questo all’interno della chiavetta si trovavano:

  • il tipo dei codici ID richiesti per accedere ad aree ristrette
  • la posizione delle videocamere CCTV a circuito chiuso e della rete di tunnel utili  in caso di emergenza collegati alla Heatrow Express, ovvero i treni diretti per Londra 
  • tabella degli orari seguita dalle guardie di sicurezza e dalle pattuglie anti-terrorismo
  • il sistema radar ad ultrasuoni usato per scansionare la recinzione ed il perimetro dell’aeroporto. 

In aggiunta alla gravità della situazione è da sottolineare che la chiavetta rinvenuta NON era criptata, quindi CHIUNQUE poteva accedervi senza inserire alcuna password di protezione o simile. Questo fa sorgere molte domande sulle linee programmatiche di sicurezza adottate per proteggere un luogo ultra-sensibile ad attacchi terroristici, anche per il motivo che non c’è spiegazione plausibile che giustifichi la presenza di documenti così importanti in una chiavetta NON criptata. 

Informazioni del genere dovrebbero come minimo avere un controllo del tipo CHI accede a COSA, oltre a non permettere che vengano copiate in supporti non protetti e rimovibili. Certo, a questo punto le investigazioni del caso ci daranno una risposta, oltre ad indicare se le informazioni rinvenute siano aggiornate o obsolete, ma la questione centrale non cambia: una cosa del genere in questi tempi bui NON doveva assolutamente accadere. 

Leggi  Windows Defender blocca campagna malware verso 400 mila utenti

Approfondimenti: https://www.welivesecurity.com/2017/10/30/heathrow-security-plans-found-on-usb-stick-left-in-the-street/

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

NON seguire questo link o sarai bannato dal sito!
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: