Come ottimizzare la durata della batteria nei dispositivi Android

Come ottimizzare la durata della batteria nei dispositivi Android

In questo articolo andremo a vedere alcuni passaggi per ottimizzare al meglio la durata del nostro smartphone, infatti con l’avvento di display a risoluzioni sempre più alte, è opportuno capire cosa consuma troppa batteria e cercare di ridurre al minimo tutti quei comportamenti che impattano sul risparmio energetico.

Ci sono app che consumano troppa energia?

Prima eseguiamo delle analisi del nostro dispositivo, per capire COSA effettivamente sta causando un consumo anomalo della batteria. Per farlo è possibile usare le voci che troviamo in Impostazioni > Batteria > Gestione Batteria.

In alternativa è possibile scaricare l’app CPU Spy Reloaded che ci mostrerà in un grafico qualche app consumano più energia nel nostro dispositivo. 

Se troviamo un applicazione che consuma più energia del solito, possiamo provare a cancellarne la cache, altrimenti verifichiamo se esistono aggiornamenti della stessa o app alternative. 

Ottimizzare il Display

Per ottimizzare il display bisogna in primo luogo disabilitare la luminosità automatica, basta impostarla manualmente in base alle nostre esigenze. A questo riguardo può venire in nostro aiuto un’app dedicata come ad esempio Lux Lite che permette di gestire al meglio le impostazioni relative il display e in particolare la luminosità. 

Un altra opzione da disabilitare è il feedback aptico ovvero la vibrazione che sentiamo quando digitiamo o scriviamo messaggi. Per disabilitarlo procedere da Impostazioni > Avanzate > Lingua e inserimento, per tastiere personalizzate basterà cercare l’impostazione nelle preferenze

Leggi  LokiBot: scoperto primo trojan bancario con capacità di ransomware

Connettività always-on-line? No grazie!

Altri passaggi fondamentali sono la disabilitazione delle connessioni NON indispensabili, come ad esempio il WI-FI, GPS, Bluetooth e NFC: per altro queste voci sono raggiungibili facilmente dal centro di controllo. 

Altre voci da disabilitare sono quelle relative la ricerca di reti o hotspot aperti, il tutto raggiungibile sempre dalle impostazioni avanzate del Wi-Fi. 

Ottimizzare lo stand-by e l’aggiornamento delle app

Possiamo valutare anche la durata, in minuti o secondi, del tempo dopo il quale lo schermo si spegne: cerchiamo di impostarlo (a meno che non abbiamo particolari necessità) al minimo che solitamente è di 30 secondi

Altro discorso invece è per le app, è molto importante mantenere le proprie app aggiornate, ma questa procedura può impattare enormemente sulla durata della batteria. E’ opportuno quindi impostare che l’aggiornamento avvenga SOLO in presenza della rete Wi-Fi e che non avvenga con la rete dati. 

Altre voci raggiungibili dalla Developer Mode

Per abilitare la Developer Mode in Android procediamo cos:

Impostazioni > info sul dispositivo > Informazioni sul software > Versione Kernel 

La voce relativa il Kernel può differire da dispositivo a dispositivo. Ora toccare per 7 volte la voce Versione Kernel, dopo di che si abiliterà la Developer Mode.

Da queste impostazioni abilitiamo le voci relative:

  • Filtro WLAN Multi/Broadcastting 
  • Abilitare la modalità Doze di Android 
  • Abilitare l’ottimizzazione avanzata sotto la voce Ottimizzazione batteria 

Queste sono alcune voci che possono allungare la durata della batteria, se avete qualche suggerimento o qualche perplessità. non esitate a scrivercelo nei commenti!

Fonte immagine: You just got an icon by Kangrif

Leggi  WhatsApp Desktop in Dark Mode

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *