Malwertising: un altro caso nel weekend

Ne abbiamo già parlato in questo blog, ovvero dei casi di veicolazione dei malware tramite campagne di advertising (pubblicità) infette, in questi due articoli:

Nuovo ransomware in azione tramite campagna SPAM
Campagna di advertising infetta nelle ultime 24h

Nuovamente quindi si ritorna a parlare di questo problema: nel weekend il sito piratebay, nota piattaforma di condivisione torrent, è stata vittima di questa tecnica: i banner malevoli, stavolta, reindirizzavano l’utente all’installazione del ransomware Cerberus, il quale crittava tutti i dati presenti nel disco. Anche in questo caso, tornano utili alcuni strumenti come ad esempio:

  • un buon software antivirus con controllo in tempo reale, che ferma l’exploit
  • componenti aggiuntivi come adblock o noscript che, se opportunamente configurati, possono eliminare alla sorgente problemi come questi
Altri suggerimenti utili potete trovarli in questo articolo

Articoli Correlati

L’angolo dell’edicola: Edizioni Master S.p.A.

Scegliere l’Office giusto per Windows 11: una guida completa

Nuova build su Canary Channel per Insider e supporto Wi-Fi 7