Microsoft spiega la suddivisione degli aggiornamenti (anche per Windows 11)

Microsoft spiega la suddivisione degli aggiornamenti (anche per Windows 11)

In passato Microsoft aveva già spiegato questo aspetto ma, ora, con il rilascio di Windows 11 (seppur in versione beta) vuole rinfrescare la memoria spiegando la suddivisione degli aggiornamenti.

Vediamo come ha suddiviso e spiegato gli aggiornamenti che riceviamo ogni mese.

Aggiornamento del martedì – Tipo B

Questi aggiornamenti sono i consueti che avvengono ogni secondo martedì di ogni mese. Questo tipo di aggiornamenti sono cumulativi ed includono aggiornamenti di sicurezza e aggiornamenti di contenuti che il mese precedente erano stati pubblicati nell’anteprima del tipo C.

Questo tipo di aggiornamenti sono obbligatori.

Aggiornamenti Anteprima – Tipo C

Come abbiamo visto sopra, esistono gli aggiornamenti di Tipo C, ovvero quegli aggiornamenti forniti in anteprima, disponibili solo con le recenti versioni di Windows.

Microsoft spiega la suddivisione degli aggiornamenti (anche per Windows 11)

Ultimamente questo tipo di aggiornamento è stato usato ad esempio per l’introduzione dell’app News & Interessi che si trova nella taskbar.

Leggi anche  Come eseguire un installazione pulita in Windows 10

Per visualizzare questo tipo di aggiornamenti bisogna cliccare manualmente sul pulsante Controlla Aggiornamenti in Windows Update.

Potresti leggere: Windows Update: come disattivare il pulsante per la verifica degli aggiornamenti

Aggiornamenti Out-Of-Band (di emergenza)

Questo tipo di aggiornamenti servono a correggere vulnerabilità o problemi di sicurezza, come ad esempio è successo recentemente per la vulnerabilità relativa la stampa conosciuto come PrintNightmare.

Alvise C.

Alvise C.

Microsoft MVP Windows Expert dal 2011 fino al 2017 e dal 2017 Microsoft MVP Windows Insider. Google Certified e Comptia Security + Certified, ha scritto per WindowsBlogItalia e Windowsteca. Appassionato ed esperto dei sistemi Microsoft Windows e della sicurezza informatica. In caso di difficoltà non esitate a commentare l'articolo; prima di fare modifiche al sistema è consigliato creare un punto di ripristino. In caso di installazione di strumenti terzi prestare attenzione alle spunte ed alle installazioni supplementari superflue.

Lascia un commento

Exit mobile version