Protezione di sicurezza biometrica per l’app TeamViewer Remote Control

Protezione di sicurezza biometrica per l’app TeamViewer Remote Control

La nuova versione include diverse nuove funzionalità per gli utenti in mobilità

TeamViewer, fornitore leader mondiale di soluzioni per la connettività remota e la digitalizzazione del workplace, annuncia di aver implementato un ulteriore livello di sicurezza alla sua app TeamViewer Remote Control, insieme a diverse migliorie relative all’usabilità. 

L’app TeamViewer Remote Control rappresenta un modo intuitivo per controllare a distanza computer, tablet, smartphone e altri device da un dispositivo mobile.  Questa nuova funzione di sicurezza sfrutta l’autenticazione biometrica nativa del volto e delle impronte digitali sui dispositivi mobili Apple e Android. 

L’app TeamViewer Remote Control può ora essere protetta anche attraverso l’autenticazione biometrica, che impedisce l’accesso non autorizzato anche se il dispositivo mobile viene lasciato sbloccato.  L’accesso non autorizzato può essere bloccato a livello di account in TeamViewer attraverso l’autenticazione a due fattori e le connessioni in entrata possono anche essere verificate tramite notifiche push. 

Dopo la registrazione di uno o più dispositivi mobili, agli utenti verrà chiesto di consentire o negare ogni connessione per mezzo dei dispositivi registrati.  Le funzioni di sicurezza opzionali sono raccomandate da molti esperti di sicurezza e possono essere impostate per tutte le connessioni di controllo remoto di TeamViewer. 

Leggi anche  TeamViewer estende l'integrazione di Microsoft Intune con la condivisione dello schermo iOS

Ulteriori caratteristiche di sicurezza incorporate includono la visualizzazione di un “black screen” per le connessioni dai dispositivi mobili, mantenendo così private le informazioni a cui si accede sul dispositivo da remoto, e la protezione di tutte le connessioni grazie alla crittografia end-to-end 256-bit AES e altre caratteristiche di sicurezza di livello enterprise.

Le novità

La versione aggiornata include:

  • Protezione biometrica con FaceID/TouchID di iOS e riconoscimento facciale/impronte digitali di Android
  • Interazioni migliorare durante una sessione, grazie al riavvio da remoto e all’uso più intuitivo del “black screen”
  • Interfaccia utente riprogettata, che consente di compilare in modo più immediato i campi di testo e di poter utilizzare le scelte rapide da tastiera come F5 e Ctrl+Alt
  • Supporto completo del mouse per iPad che migliora la produttività sui tablet
  • Miglioramento delle prestazioni

“L’uso degli smartphone è letteralmente esploso negli ultimi 10 anni e di pari passo sono cresciute le funzionalità di protezione dei dispositivi”, afferma Mike Eissele, Chief Technology Officer di TeamViewer. 

“L’ultima versione di TeamViewer Remote Control sfrutta le più recenti funzionalità native e l’aggiunta dell’autenticazione biometrica alle molte altre caratteristiche di sicurezza già presenti nella nostra piattaforma rende TeamViewer uno degli strumenti di accesso remoto più affidabili sul mercato”.

L’applicazione TeamViewer Remote Control può essere scaricata dalle app AppleStore o Google Play.

Leggi anche  TeamViewer si integra con Zendesk Chat

Condividi questo articolo:

Lascia un commento

Exit mobile version