Come Abilitare/disabilitare il Modern Standby in Windows 10

Come Abilitare/disabilitare il Modern Standby in Windows 10

Non è propriamente una novità, esiste già da diversi anni, ma vediamo a cosa serve e come funziona il modern standby, quindi vedremo come abilitare/disabilitare il Modern Standby in Windows 10.

Modern Standby: che cos’è?

Questa tipologia di Standby è stata introdotto ancora con l’avvento di Windows 8, vi sono due declinazioni ovvero S0 e S3. Il modello S3 è quello più vecchio mentre quello più recente è l’S0 che risulta compatibile, ad esempio, con l’instant-on di Windows 10 o con l’aggiornamento automatico del sistema (in modalità standby) a patto che ci sia una connessione ad internet attiva.

Si perchè il modern standby S0 prevede e permette che a pc spento rimanga attiva la connettività, cosa che permette l’elaborazione in background di alcune operazioni.

E’ possibile verificare se il proprio sistema supporta il modello S0 digitando questo comando da powershell come amministratore:

powercfg -a

Va detto che se vogliamo abilitare la funzionalità dal BIOS/UEFI saremo costretti a reinstallare il sistema in modo pulito. Solitamente il modello S0 è pre-abilitato di fabbrica, vediamo come disabilitarlo.

Leggi anche  Windows Movie Maker: Come scaricarlo ed utilizzarlo in Windows 10
Come Abilitare/disabilitare il Modern Standby in Windows 10

Come disabilitare il Modern Standby S0

Normalmente sarebbe necessario agire nel registro di sistema, esattamente nel percorso:

KEY_LOCAL_MACHINE\SYSTEM\CurrentControlSet\Control\Power

cercare il valore DWORD CsEnabled ed impostarlo a 0. Purtroppo dalla versione 2004 di Windows 10 questo hack NON FUNZIONA.

Un workaround è creare, nello stesso percorso, un nuovo valore DWORD PlatformAoAcOverride ed assegnare il valore 0. Molti vogliono disabilitarlo per il fatto che risultano ancora problemi di consumo batteria anomalo, mantenendo il modello S0 abilitato ed in uso.

Avviso L’errata modifica del Registro di sistema tramite l’editor o un altro metodo può causare seri problemi, che potrebbero richiedere la reinstallazione del sistema operativo. Microsoft non è in grado di garantire la soluzione di problemi derivanti dall’errato utilizzo dell’editor del Registro di sistema. La modifica del Registro di sistema è a rischio e pericolo dell’utente. Prima di procedere a modifiche del registro si consiglia di effettuare un salvataggio delle chiavi interessate, come indicato in:Come eseguire il backup e il ripristino del Registro di sistema in Windows

Leggi anche  Migliorare la durata della batteria con Battery Optimizer!

Come detto, qualsiasi modifica di questo tipo potrebbe comportare la reinstallazione pulita del sistema, come espresso dalla stessa Microsoft.

Alvise C.

Alvise C.

Microsoft MVP Windows Expert dal 2011 fino al 2017 e dal 2017 Microsoft MVP Windows Insider. Google Certified e Comptia Security + Certified, ha scritto per WindowsBlogItalia e Windowsteca. Appassionato ed esperto dei sistemi Microsoft Windows e della sicurezza informatica. In caso di difficoltà non esitate a commentare l'articolo; prima di fare modifiche al sistema è consigliato creare un punto di ripristino. In caso di installazione di strumenti terzi prestare attenzione alle spunte ed alle installazioni supplementari superflue.

Lascia un commento

Exit mobile version