Il ritorno all’ufficio dei dipendenti Microsoft sempre più lontano

Il ritorno all’ufficio dei  dipendenti Microsoft sempre più lontano

Nel mese di maggio Microsoft ha riferito che stava raccomandando i loro dipendenti di lavorare da casa almeno fino a ottobre 2020. Invece nel mese di agosto abbiamo riferito che tale data è stata rinviata a gennaio 2021.

Il tragico corso della pandemia negli Stati Uniti ha fatto sì che tale data sia stata rinviata ulteriormente, fino al luglio 2021.

Stando a quanto dice Kurt Delbene di Microsoft, Executive Vice President, Corporate Strategy, Core Services Engineering and Operations, l’autore dell’ultima e-mail, il ritorno è facoltativo:

Il ritorno in ufficio rimane facoltativo fino ad arrivare alla fase 6. Questa fase rappresenta un momento in cui COVID-19 non è più un onere significativo per un paese/area geografica e la maggior parte delle restrizioni di salute e sicurezza nei nostri siti di lavoro vengono rimosse

Ciò non significa che i dipendenti non saranno in grado di lavorare in ufficio a tempo pieno, ma lavorare da casa è ancora “fortemente incoraggiato”.

Per gli stati della fase 3 con un minore carico di malattia, i dipendenti che hanno difficoltà a lavorare da casa possono tornare in ufficio se lo si desidera.

Le 6 fasi sono:

  1. Fase 1: tappa chiusa
  2. Fase 2: lavoro obbligatorio da casa
  3. Fase 3: lavoro da casa fortemente incoraggiato
  4. Fase 4: apertura morbida
  5. Fase 5: aperta con restrizioni
  6. Fase 6: aperta

Microsoft ha anche recentemente annunciato la politica che dice dipendenti dovrebbero essere in grado di lavorare da casa 50% del loro tempo, e 100% del loro tempo con il permesso di manager, il che significa che alcuni dipendenti non possono mai tornare in ufficio.

La politica di Microsoft corrisponde alle attuali politiche di altri giganti della tecnologia, con Facebook che si aspetta che i loro dipendenti lavorino da casa fino alla fine se 2020, Amazon fino a gennaio 2021 e Google anche tutta la strada fino a luglio 2021.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *