Windows 10: Un aggiornamento delle funzionalità all’anno è ora sufficiente

Windows 10: Un aggiornamento delle funzionalità all’anno è ora sufficiente

Se si pone la domanda se Microsoft deve rilasciare uno o due aggiornamenti di funzionalità all’anno, la risposta è probabile che sia 99.9%. Uno è sufficiente. Ma perché solo ora e non sempre?

Windows 10 ora ha 5 anni sulla gobba ed è stato massicciamente cambiato durante questo periodo. Non solo la grafica. Molto è stato anche cambiato sotto il cofano, che non notiamo quando lavoriamo. Il fatto che Microsoft ha distribuito due aggiornamenti di funzionalità all’anno nei primi giorni era già molto ben pensato. Perché eri ancora all’inizio dello sviluppo e dovevo implementare molti cambiamenti.

A quel tempo, molto è stato integrato nel sistema, in modo che le modifiche funzionavano solo attraverso un aggiornamento della funzione. Nel corso del tempo, tuttavia, Microsoft ha esternalizzato sempre di più dal sistema. Il menu Start non è più associato a explorer.exe. Così è la funzione di ricerca. WSL è stato integrato allo stesso modo. Solo per fare qualche esempio.

Come risultato di Microsoft esternalizzato sempre di più, il nucleo del sistema diventa sempre più piccolo e deve solo essere mantenuto. Le nuove funzionalità possono essere inserite anche tramite un aggiornamento. Con il cambiamento tra il Windows 10 1903 / 1909, i Redmonders integrato tutte le nuove funzioni nel 1903, che doveva essere attivato solo con un piccolo aggiornamento.

Anche con il cambiamento di Windows 10 2004 a 20H2. Ancora una volta, il KB4562830 è sufficiente per sbloccare le nuove funzioni e quindi vedere il Windows 10 20H2 in Info.

Così com’è, questo metodo sembra funzionare così bene che un aggiornamento di funzione all’anno è ora sufficiente. Perché le nuove funzioni, che vengono testati in Dev-Insider, non solo è entrato in Windows 10 corrente, ma come il WSL 2 sono stati anche ported indietro a Windows 10 1903 / 1909. Il tutto con un semplice aggiornamento e senza grandi distorsioni.

Leggi  Ecco come far liberare spazio a Windows in automatico

Per gli utenti di Windows 10 e gli amministratori IT, ovviamente, l’opzione migliore. Negli ultimi cinque anni, Microsoft ha probabilmente trovato la strada giusta.

  • Test di nuove funzionalità in Dev-Insider come “Compilazione di sviluppo attivo” Purtroppo ora sempre più spesso come un test A / B e non ugualmente accessibile a tutti gli addetti ai lavori.
  • Se la nuova funzione funziona senza problemi, può essere riportato alla versione corrente.
  • Se la funzione dipende dalle nuove impostazioni di sistema, verrà spedita alla versione ufficiale successiva.
  • Il canale beta e l’anello di anteprima di rilascio sono più per gli amministratori IT per pre-testare una nuova versione con le nuove funzionalità prima che possa essere rilasciato su centinaia (migliaia) di dispositivi.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *