Windows 10: Google cerca l’aiuto di Microsoft per risolvere il problema più grande di Chrome

Windows 10: Google cerca l’aiuto di Microsoft per risolvere il problema più grande di Chrome

Dopo che Microsoft ha iniziato a lanciare Windows 10 maggio 2020 Aggiornamento, il gigante tecnologico ha affermato che aveva trovato un modo per risolvere l’utilizzo di RAM browser cromo-based. La correzione è ‘Segment Heap’, che è ora incluso in Windows 10 e dovrebbe aiutare a ridurre l’utilizzo della memoria con alcune applicazioni desktop Win32, come Google Chrome e Edge.

LOL#chrome #google #tab #ram #windows #Microsoft #windows10

Geplaatst door L'Angolo di Windows e di Arduino op Dinsdag 3 september 2019

Heap di segmento è un miglioramento tecnico sotto il cofano in cui la “implementazione heap moderno” riduce l’utilizzo della memoria complessiva delle applicazioni.

In altre parole, Heap segmento è qualcosa che gli sviluppatori devono utilizzare nelle loro applicazioni e Microsoft sta già usando questo per il suo Chromium Edge.

I test interni di Microsoft hanno registrato una riduzione del 27% nell’utilizzo della memoria del browser Edge e ci si può anche aspettare qualche miglioramento in Chrome se Google è in grado di implementare questa funzionalità.

Task Manager

Secondo un impegno Chromium che abbiamo individuato all’inizio di quest’anno, Google stava anche per adottarlo per Chrome. Tuttavia, Google in seguito ha chiarito che la sua correzione di salvataggio RAM Microsoft si avvicinò non sarà abilitato nelle versioni future di Chrome, compresa la versione 85.

Google ha detto che l’heap di segmento ha ridotto l’utilizzo della RAM da parte del browser, ma ha anche finito per causare regressione delle prestazioni, tra cui un elevato utilizzo della CPU.

Windows Task Manager usage

Finora, Google ha utilizzato il metodo manifesto .exe per abilitare l’heap del segmento, che consente di risparmiare un po ‘di memoria, ma spreca tempo della CPU.

Leggi  Your Phone: come connettere velocemente smartphone e PC

“I risparmi più provengono dal browser e dai processi di rete, mentre il costo deriva principalmente dal processo di rendering”, ha detto Google.

I nuovi dati di test di Google suggeriscono che sarebbe abbastanza facile utilizzare l’heap dei segmenti senza regressione delle prestazioni se Microsoft accetta di aggiungere una funzione a Windows che imposta o cancella il bit “segment-heap-enabled” in RtlpHpHeapFeatures in ntdll.dll.

L’ispezione del codice rende chiaro che sarebbe anche facile aggiungere flag a HeapCreate e RtlCreateHeap per forzare l’abilitazione o la disabilitazione forzata dell’heap del segmento. Questi metodi funzionerebbero bene in combinazione con il manifesto, che di per sé è troppo inflessibile per essere una soluzione completa.

Sviluppatore senior di Google ha anche inviato un post formale su Github cercando l’assistenza di Microsoft per l’implementazione di questi due flag:

  1. HEAP_ENABLE_SEGMENT_HEAP: creare un heap di segmento anziché un heap NT.
  2. HEAP_DISABLE_SEGMENT_HEAP: creare un heap NT anziché un heap di segmento, anche se l’heap del segmento è stato richiesto nel manifesto dell’applicazione.

“Questi flag sarebbero utili per tutti i browser basati su Chromium”, ha osservato lo sviluppatore di Google.

Ma questo significa che non avremo l’aggiornamento di salvataggio della RAM di Google Chrome in qualsiasi momento presto? Speriamo di no.

Google sta ancora sperimentando con Segment Heap e Microsoft potrebbe anche aiutare Google durante l’esecuzione di più test. Google riconsidererà il supporto per questa funzionalità in futuro, quando c’è un modo per implementarla con successo o Microsoft salta con la propria correzione.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

NON seguire questo link o sarai bannato dal sito!