Surface Duo di Microsoft ottiene un po’ di amore da Google

Surface Duo di Microsoft ottiene un po’ di amore da Google

Dopo il lancio di telefoni come LG V60 e Surface Duo di Microsoft, più schermi sono impostati per diventare più comuni. I primi utenti possono ora trarre vantaggio dall’avere più display quando si utilizzano Chrome e Mappe, grazie a un nuovo aggiornamento che Google ha spinto fuori di recente.

Sul desktop di Windows, puoi avere due schede aperte a schermo intero contemporaneamente e la stessa funzionalità è ora disponibile in Chrome per Android se usi un dispositivo a doppio schermo come Surface Duo.

Secondo un commit del codice, Google ha iniziato a lavorare sul supporto a doppio schermo completo per Chrome nel mese di aprile. Se non riesci a farlo funzionare, c’è un nuovo flag chiamato “visualizzazione multipla” che abilita il supporto per la visualizzazione secondaria quando è attivo.

Per utilizzare il supporto dello schermo secondario di Chrome, devi selezionare una nuova opzione “Sposta in un’altra finestra” nel suo menu contestuale. Quando fai clic sull’opzione, Chrome aprirà immediatamente la scheda corrente sull’altro display di Surface Duo.

Chrome on Surface Duo

Allo stesso modo, se premi a lungo un link su una pagina web, ti verrà offerto di aprire il link evidenziato in “altra finestra”. Queste opzioni vengono visualizzate solo su dispositivi a doppio schermo come Microsoft Surface Duo.

Google Maps ottiene il supporto a doppio schermo su Surface Duo

L’aggiornamento di Google Maps aggiunge anche il supporto per Surface Duo, il che significa che ora puoi accedere facilmente alla mappa su una schermata e alle informazioni sull’altra.

Dopo l’aggiornamento, Google Maps è in grado di rilevare la posizione della cerniera e regolare l’interfaccia utente senza tagliare le informazioni. Ad esempio, troverai le informazioni aziendali sul display sinistro quando la mappa si trova sul lato destro.

Leggi  Windows 10 ti avvertirà quando le app verranno avviate automaticamente

Vale anche la pena notare che Google Maps non centra le informazioni o la mappa intorno all’area della cerniera, il che si traduce in una visibilità notevolmente migliorata.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

NON seguire questo link o sarai bannato dal sito!