Microsoft annuncia modifiche al Contratto di Servizi Microsoft

Microsoft annuncia modifiche al Contratto di Servizi Microsoft

Microsoft ha recentemente notificato agli utenti le imminenti modifiche al Contratto di Servizi Microsoft. Microsoft sta effettuando questi aggiornamenti per chiarire i termini e garantire che rimangano trasparenti per l’utente, nonché per coprire nuovi prodotti, servizi e funzionalità Microsoft. Le nuove modifiche al Contratto di Servizi Microsoft avranno effetto dal 1 Ottobre 2020.

Di seguito è riportato il riepilogo delle modifiche più importanti apportate al Contratto di Servizi Microsoft.

  1. Nell’intestazione è stata aggiornata la data di pubblicazione al 1 agosto 2020 e la data di validità al 1 ottobre 2020.
  2. Nella sezione I tuoi contenuti, abbiamo chiarito che quando condividi i tuoi contenuti con altre persone, questi potranno utilizzarli per lo scopo per cui li hai forniti. Abbiamo anche rimosso un riferimento a HealthVault perché non offriamo più HealthVault come servizio.
  3. Nella sezione Codice di condotta, abbiamo chiarito lo spam e aggiunto il phishing come un altro esempio di condotta dannosa. Lo spam è posta elettronica in blocco indesiderata o non richiesta, messaggi, richieste di contatto, SMS (messaggi di testo), messaggi istantanei o comunicazioni elettroniche simili. Il phishing sta inviando e-mail o altre comunicazioni elettroniche a destinatari fraudolenti o illecitamente indurre i destinatari a rivelare informazioni personali o sensibili, come password, date di nascita, numero di assicurazione nazionale, numeri di passaporto, informazioni sulla carta di credito, informazioni finanziarie o altre informazioni sensibili, o per ottenere l’accesso a conti o record, esfiltrazione di documenti o altre informazioni sensibili, pagamento e/o benefici finanziari.
  4. Nella sezione Bambini e account, abbiamo chiarito che creando un account Microsoft o utilizzando i Servizi, tu e il tuo genitore o tutore accettate di essere vincolati da questi termini e rappresentate che avete raggiunto l’età di “maggioranza” o “responsabilità legale” in cui vivete o il vostro genitore o tutore legale accetta di essere vincolati dai questi Termini per conto dell’utente.
  5. Nella sezione Chiusura del tuo account, abbiamo rimosso una disposizione che potremmo impedire temporaneamente la creazione di un account associato all’indirizzo email che hai fornito.
  6. Nella sezione Termini di pagamento, abbiamo chiarito che ci riserviamo il diritto di emettere rimborsi o crediti a nostra esclusiva discrezione, a meno che non sia altrimenti richiesto dalla legge. Abbiamo anche chiarito le informazioni per i clienti israeliani su cancellazioni e rimborsi per i Servizi.
  7. Nella sezione Entità contrazione, Scelta del diritto e posizione per la risoluzione delle controversie, abbiamo chiarito che se vivi (o, se un’attività, il tuo principale luogo di attività è in) in Medio Oriente, Africa o in Europa escludendo l’Unione Europea (UE), Islanda, Liechtenstein, Norvegia, Svizzera e Regno Unito, e stai utilizzando porzioni gratuite dei Servizi (come Bing e MSN) , si sta contraendo con Microsoft Corporation, One Microsoft Way, Redmond, WA 98052, USA, ad eccezione del fatto che se si utilizzano parti gratuite di Skype, si sta contraendo con Microsoft Ireland Operations Limited, One Microsoft Place, South County Business Park, Leopardstown, Dublino 18, Irlanda. Nella sottosezione Asia e Pacifico meridionale, l’entità contrazione è stata aggiornata anche a Microsoft Regional Sales Pte Ltd. per i clienti che hanno pagato per utilizzare una parte dei Servizi o utilizzano il servizio Outlook.com gratuito a Singapore o Hong Kong.
  8. Nella sezione Xbox e in tutti i Termini, abbiamo aggiornato l’intestazione Xbox, modificato Xbox Live per fare riferimento al servizio online Xbox e fare riferimento alle console Xbox, anziché alle console Xbox One e Xbox 360. Abbiamo aggiornato “Xbox Services” per includere il servizio online Xbox, giochi Xbox Game Studios (inclusi i giochi Mojang), applicazioni, abbonamenti, servizi e contenuti forniti da Microsoft. Abbiamo anche chiarito cosa può fare Microsoft se accedi al tuo account Xbox Services per accedere a un servizio non Microsoft (ad esempio, un editore di giochi non Microsoft di app e servizi di terze parti).
  9. Nella sezione Funzionalità della famiglia Microsoft è stata aggiornata la sezione per includere il riferimento a Microsoft Family Safety.
  10. Nella sezione Store e nella sezione Servizi di Office sono stati aggiornati riferimenti specifici a Office 365 per fare riferimento a Microsoft 365 e sono stati chiariti che l’utilizzo di app, ad esempio Word, Excel, PowerPoint, Outlook, OneDrive, Access e Publisher in Microsoft 365 Family, Microsoft 365 Personal e qualsiasi altro servizio di abbonamento a Microsoft 365 è regolato da termini di licenza supplementari disponibili in https://aka.ms/useterms insieme a queste Condizioni.
  11. Nella sezione Servizi sanitari Microsoft è stato rimosso il riferimento a HealthVault perché non è più disponibile HealthVault come servizio.
  12. Nella sezione Digital Goods, abbiamo chiarito che attraverso Microsoft Groove, Microsoft Films & TV, Store, Xbox Services e qualsiasi altro servizio correlato e futuro, Microsoft può consentire di ottenere, ascoltare, visualizzare, riprodurre o leggere (come nel caso) musica, immagini, video, testo, libri, giochi o altro materiale (“Digital Goods“) che si può ottenere in forma digitale.
  13. Nella sezione Microsoft Rewards, abbiamo aggiornato il riferimento a collegamenti ipertestuali specifici relativi al riscatto dei premi, abbiamo aggiunto istruzioni su come rifiutare esplicitamente il programma Rewards e abbiamo anche chiarito le opzioni di Microsoft se non sei idoneo a ricevere un premio per motivi legali (come le leggi sull’esportazione).
  14. Nella sezione Azure è stato chiarito che l’uso del servizio Azure è regolato dai termini e dalle condizioni nella pagina Informazioni legali di Microsoft Azure in https://aka.ms/AA7z67v.
  15. Nella sezione Avvisi, abbiamo apportato modifiche chiare ai nostri avvisi relativi al copyright e al marchio. Abbiamo anche rimosso il riferimento alle informazioni sulle licenze relative alle quotazioni azionarie e ai dati dell’indice utilizzati da alcuni Servizi.
  16. Nella sezione Termini di licenza per le domande standard, abbiamo chiarito che alcune disposizioni sono soggette alle leggi applicabili.
  17. Nel corso dei Termini, abbiamo apportato modifiche per migliorare la chiarezza e risolvere la grammatica, gli errori di battitura, identificare e aggiornare i collegamenti ipertestuali e altri problemi simili.
Leggi  Product Key generiche per l'installazione di Windows 10

fonte

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *