La nuova funzione di Microsoft Edge impedirà alle schede di mangiare RAM

La nuova funzione di Microsoft Edge impedirà alle schede di mangiare RAM


I browser web amano usare la memoria e dare al computer un buon allenamento se si mantiene un sacco di schede aperte su una base regolare. Su un computer portatile o 2-in-1, questo può avere un impatto negativo sul backup della batteria del dispositivo. Fortunatamente, sembra che il prossimo aggiornamento di Microsoft Edge risolverà il problema bloccando automaticamente quelle schede inutilizzate.

Microsoft sta lavorando su una nuova funzionalità chiamata “schede dormite” per Microsoft Edge che consente alle schede del browser ‘dormire’ bloccando quelle schede quando non sono in uso.

L’anno scorso, Google ha introdotto una funzione simile chiamata ‘blocca le schede’ come un modo per ridurre la quantità di RAM utilizzata dal browser. A differenza della funzione di blocco delle schede di Chrome, la funzione di schede letto di Microsoft Edge è più avanzata e potrebbe aiutarti a ridurre l’utilizzo della memoria su Windows 10 o macOS.

La nuova funzione killer di Microsoft Edge non chiude effettivamente le schede. In teoria, sospende/blocca solo le schede che hai lasciato incolte. Secondo un flag sperimentale in Edge Canary, questa funzione metterà automaticamente le schede di sfondo inattive in modalità di sospensione per risparmiare risorse.

Se sei qualcuno che tiene aperte più di una dozzina di schede in qualsiasi momento, questa funzionalità potrebbe aiutarti a migliorare le prestazioni di Windows 10, specialmente sull’hardware di fascia bassa.

Inoltre, quando è il momento di rivisitare quella scheda, è sufficiente fare clic su di esso e sarete in grado di accedere nuovamente alla scheda.

Le schede di sospensione di Windows devono considerare le caratteristiche del sito osservate come violazioni euristiche quando si disattivano i domini. Queste caratteristiche sono correlate alla notifica in background, ad esempio la modifica del testo del titolo della scheda, favicon o la riproduzione di audio mentre è in background

Microsoft consentirà inoltre di configurare un’impostazione di timeout per decidere quando mettere automaticamente le schede in background.

Leggi  La ricerca vocale disponibile anche su Bing

Come si può vedere nella schermata sopra, Microsoft Edge metterà automaticamente le schede a dormire dopo un certo numero di minuti o ore.

Ad esempio, è possibile mettere le schede inattive in modalità di sospensione dopo il periodo di tempo specificato: 15 minuti, 30 minuti, 1 ora, 2 ore, 3 ore e 6 ore.

Allo stesso modo, un flag sperimentale suggerisce che un’altra opzione vi permetterà di bloccare le schede in meno di 15 minuti. In questo modo è possibile garantire che Microsoft Edge non mangerà memoria fino a quando non si torna alle schede di sonno e caricare la pagina di backup.

È interessante notare che questa funzione consente anche di whitelist tutte le schede, come Twitter o news feed, che sono troppo importanti per sospendere.

Il supporto delle schede per Microsoft Edge dovrebbe atterrare nelle build stabili entro la fine dell’anno.

Ma il momento si può attivare nell’ultima versione Canary in questo modo:

  1. Fare copia e incolla nella barra di ricerca della seguente stringa:  
edge://flags/#edge-sleeping-tabs
  1. Sulla voce evidenziata impostare su Enabled
  2. Riavviate il browser

Fatto ciò recatevi nelle Impostazioni e sotto la voce Sistema potrete impostare il tempo di attività.

fonte

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

NON seguire questo link o sarai bannato dal sito!