Rivendere key di videogiochi digitali usati

Tempo di lettura: 3 minuti

Nel 2012 una notizia girò il mondo. L’attore Bruce Willis aveva deciso di portare Apple in tribunale. Perché? Perché il contratto d’uso di iTunes non permetteva di trasferire un account agli eredi.

In seguito, comunque, la moglie dell’attore ha comunico che si trattava di una bufala. Questo, comunque, ci ricorda qualcosa di particolare: i prodotti digitali che acquistiamo restano legati a vita al nostro account. Questo vale non solo per la musica acquistata ma anche per i videogiochi e i film.

Un tempo si acquistava un disco in vinile, in plastica, una musicassetta, un CD-Audio o un DVD. L’opera audiovisiva poteva essere ascoltata e/o guardata quanto si voleva, fino a consumare il supporto. Alla morte del proprietario l’oggetto poteva essere trasferito a un erede. Ma il proprietario ancora in vita poteva decidere di prestare, di regalare o di rivendere l’oggetto.

Con l’arrivo dei servizi con download diretto e di streaming, però, tutto questo è cambiato. Infatti, non si può più prestare un DVD a un amico. Mettiamo il caso che io abbia acquistato un film su Chili (o un altro servizio simile), un album musicale su iTunes o un videogioco su Steam. Un amico mi chiede se può guardare quel film. Se accetto, devo fornirgli le credenziali per accedere al mio account Chili, avendo accesso a tutti i miei acquisti, come pure alla pagina degli acquisti.

Chiaramente è sconsigliabile prestare le credenziali di un account. A questo punto, però, non si può più né prestare né rivendere un acquisto digitale. Oggi molti servizi online, per esempio Google Play Store, offrono account per la famiglia, che permettono di condividere i contenuti di un account. Un altro esempio è Infinity che permette di creare diversi utenti per un solo account.

Leggi  Offre la Ditta di Origin (EA) è stato cancellato

Che dire dei videogiochi?

Dopo questo lungo preambolo, passiamo ai videogiochi. Gli store online sono parecchi. Quasi tutte le grandi Software House produttrici di videogiochi hanno un proprio negozio online. Il negozio più famoso è sicuramente Steam, seguito da GOG, da Origin di Electronic Arts e da Epic Games. Anche le console connesse hanno i loro Store.

Ancora una volta, si può prestare un videogioco a un amico dando accesso alle proprie credenziali. Così facendo, però, potrà installare qualsiasi videogioco che abbiamo acquistato.

Che dire se abbiamo acquistato un videogioco e ci si presenta una delle seguenti situazioni.

  • Il videogioco non ci piace
  • Ho completato il videogioco. Non voglio ricominciarlo
  • Ho acquistato il videogioco per sbaglio. L’ho selezionato per sbaglio mentre sceglievo diversi titoli. Per esempio, volevo acquistare l’intera saga di Tomb Raider oppure di Need for Speed. Per errore ho selezionato un videogioco suggerito dallo store che non fa parte della saga oppure che possiedo già, magari su CD o DVD. Essendo i titoli inseriti nel carrello parecchi (10-15), non faccio caso al gioco estraneo.

Ci potrebbero essere altre soluzioni. In alcuni casi potrei richiedere il rimborso al gestore dello Store. Mettiamo il caso, però, che abbia lasciato troppo tempo, forse qualche mese o addirittura uno o più anni. Non ho diritto al rimborso. Che faccio? Mi tengo il videogioco?

La soluzione di AMD

Grazie a un nuovo servizio sostenuto da AMD (uno dei principali produttori di hardware videoludico), il 12 maggio è partito un nuovo servizio, Robot Cache™. Si tratta del primo mercatino dell’usato dedicato ai videogiochi. Permetterà di acquistare e rivendere videogiochi per PC. Non solo ma, grazie a uno speciale programma all’interno di Robot Cache, si potranno ottenere giochi anche in maniera gratuita.

Leggi  Double Cross: recensione e gameplay

Fino il 12 giugno il servizio sarà disponibile in open beta. Riassumiamo in cosa consiste Robot Cache.

GIOCA: scegli fra una vasta selezione di giochi AAA e indie
MINE: quando non in uso, ricollega il tuo PC e la scheda grafica Radeon per guadagnare IRON, crediti per ricevere giochi gratuiti su Robot Cache ™
VENDI: vendi i giochi quando che non ti interessano più

Gli utenti delle schede grafiche AMD Radeon ™ e dei processori Ryzen ™ saranno avvantaggiati nell’ottenere velocemente giochi gratuiti grazie con un vantaggio speciale. Scopri i dettagli qui.
Come bonus aggiuntivo, chi si registrerà nel periodo dell’open beta (12 maggio-12 giugno), riceverà una copia di TRAPPED.
Costruita su blockchain, la piattaforma blockchain Robot Cache ™ aiuta a garantire la sicurezza dei giochi acquistati e venduti in un modo nuovo, e consente di minare facilmente quando non si utilizza la propria piattaforma di gioco, guadagnando IRON per ricevere gratuitamente nuovi giochi.

Anche se il servizio è in open beta, è già stato localizzato nella nostra lingua.
Date un’occhiata a Robot Cache, alla sua offerta speciale fino al 12 giugno e iniziate a giocare!

(Visited 24 times, 1 visits today)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

NON seguire questo link o sarai bannato dal sito!