Come configurare Windows Defender per una protezione massima

Tempo di lettura: 2 minuti

Windows Defender è un ottimo antivirus integrato in Windows 10, però con i dovuti accorgimenti e modifiche può garantire una protezione elevata. Vediamo come fare

Configure Defender

Prima di usare lo strumento, consigliamo la creazione di un punto di arresto del sistema: Creare un punto di ripristino del sistema

Per una interazione veloce, senza andar ad impostare manualmente ogni voce, possiamo avvalerci dello strumento Configure Defender (Progetto Github).

Ad

Vediamo alcune schermate:

Da questo strumento NON è possibile interagire con la protezione in tempo reale, in aggiunta è possibile modificare molte altre opzioni come:

  • Protezione verso software PUA (Potenzialmente indesiderati)
  • Aumentare la protezione Cloud
  • Cambiare la quantità di CPU usata durante le scansioni
  • Aumentare la protezione Smartscreen in diversi ambiti

Modificare le impostazioni di Exploit Guard come:

  • Bloccare contenuti eseguibili da email e webmail
  • Bloccare l’esecuzione di script offuscati
  • Bloccare il furto di credenziali dal file lsass.exe
  • Bloccare l’esecuzione di processi non firmati o non sicuri da chiavette USB
  • Usare la protezione avanzate contro i ransomware

E’ possibile inoltre aumentare la protezione di rete e l’accesso controllato, protezione sempre contro i ransomware.

E’ possibile anche impostare automaticamente la protezione al massimo cliccando sulla voce MAX. Consigliamo di prestare attenzione a quali voce vengono abilitate, infatti alcune applicazioni non potrebbero funzionare correttamente come ad esempio bloccare la creazione di processi figli in Adobe o in Office.

Ecco il download dello strumento:

Seguimi

Elvis

Microsoft MVP Windows Expert dal 2011 fino al 2017 e dal 2017 Microsoft MVP Windows Insider. Google Certified e Comptia Security + Certified, ha scritto per WindowsBlogItalia e Windowsteca. Appassionato ed esperto dei sistemi Microsoft Windows e della sicurezza informatica.

In caso di difficoltà non esitate a commentare l'articolo; prima di fare modifiche al sistema è consigliato creare un punto di ripristino.

In caso di installazione di strumenti terzi prestare attenzione alle spunte ed alle installazioni supplementari superflue.
Elvis
Seguimi
(Visited 135 times, 1 visits today)
Ad
Leggi  FIX: Dispositivo non trovato quando si copiano foto/video da iPhone a Windows 10

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *