Come recuperare i preferiti di Microsoft Edge perduti

Tempo di lettura: < 1 minuto

Abbiamo avuto dei problemi in Windows 10, siamo stati costretti a reinstallare il sistema o fare una nuova installazione. Abbiamo dimenticato, però, di salvare i preferiti di Edge: è possibile recuperarli? Si, vediamo in che modo.

Individuiamo il percorso di salvataggio

Il percorso predefinito, solitamente, è il seguente:

%LocalAppData%\Packages\Microsoft.MicrosoftEdge_8wekyb3d8bbwe\AC\MicrosoftEdge\User\Default\favorites

In alcuni casi, però, il percorso dove risiedono i preferiti può essere:

 C:\Users\Tuonomeutente\AppData\Local\Packages\Microsoft.MicrosoftEdge_8wekyb3d8bbwe\AC\MicrosoftEdge\User\Default\DataStore\Data\nouser1\120712-0049\DBStore 

Bene, ora che abbiamo individuato la cartella, vediamo come esportare i preferiti

Usiamo EdgeExport

Uno strumento molto utile, in questi casi, è utilizzare EdgeExport. Questo tool individua in autonomia il percorso dei preferiti, in alternativa dobbiamo recarci nella cartella (ad esempio windows.old) ed individuare il percorso del vecchio salvataggio.

Apriamo EdgeExport
Apriamo EdgeExport

Ora selezioniamo il percorso di destinazione dove salvare il file HTML e clicchiamo su Export.

Con il file appena creato, possiamo avviare la procedura di importazione direttamente da Edge cliccando su Impostazioni > Generale > Importa o Esporta.

Lo strumento è scaricabile da qui:

Elvis
Seguimi
(Visited 137 times, 1 visits today)
Leggi  Ecco come segnalare o bloccare le chiamate indesiderate

Elvis

Microsoft MVP Windows Expert dal 2011 fino al 2017 e dal 2017 Microsoft MVP Windows Insider. Google Certified e Comptia Security + Certified, ha scritto per WindowsBlogItalia e Windowsteca. Appassionato ed esperto dei sistemi Microsoft Windows e della sicurezza informatica. In caso di difficoltà non esitate a commentare l'articolo; prima di fare modifiche al sistema è consigliato creare un punto di ripristino. In caso di installazione di strumenti terzi prestare attenzione alle spunte ed alle installazioni supplementari superflue.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *