Microsoft Edge Chromium avverte gli utenti se è in modalità amministratore

Tempo di lettura: 2 minuti

La sicurezza è importante: quante volte viene suggerito infatti di non usare le credenziali amministrative per avviare software o simili? Certo, la cosa migliore sarebbe usare un utente standard ma, purtroppo, non molti lo fanno.


Non l’hai ancora scaricato? Leggi qui per scoprire come fare

Per questo ed altri motivi il nuovo Microsoft Edge avverte l’utente se è stato avviato in modalità amministratore. Perchè?

La sicurezza prima di tutto

Le credenziali amministrative permettono ad un qualsiasi software di interagire con il sistema operativo ed operare modifiche importanti ad esso.

Immaginate di avviare il browser come amministratore e di imbattervi in un sito malevolo: se il download avvenisse in automatico, il malware potrebbe applicare delle modifiche al sistema senza troppi problemi.

Certo in seguito interverrebbe l’antivirus, ma ovviamente più step di sicurezza ci sono e meglio è per il sistema operativo.

Per questo in Microsoft Edge è presente una funzionalità che notifica all’utente che si sta usando il browser con privilegi amministrativi, consigliando di chiuderlo ed avviarlo normalmente.

Administrator Mode Detected
Administrator Mode Detected

Infatti per esser usato egregiamente non c’è alcun bisogno di avviarlo con privilegi elevati.

Ricordiamo che questo tipo di notifica NON è presente in Google Chrome.

Altri miglioramenti nell’ultima build

Con l’ultima build ovvero la 75.0.132.0 sono stati corretti alcuni bug fra cui uno di questi la chiusura inaspettata del browser dopo aver eseguito due scroll in una pagina web.

Ricordiamo che le build per il canale Canary sono rilasciate con frequenza quotidiana, quindi il miglioramento e lo sviluppo del browser è a stretto contatto con il feedback degli utenti.

Leggi  Il nuovo Edge in rilascio fra pochi giorni a tutti gli utenti consumer
Elvis
Seguimi
(Visited 106 times, 1 visits today)

Elvis

Microsoft MVP Windows Expert dal 2011 fino al 2017 e dal 2017 Microsoft MVP Windows Insider. Google Certified e Comptia Security + Certified, ha scritto per WindowsBlogItalia e Windowsteca. Appassionato ed esperto dei sistemi Microsoft Windows e della sicurezza informatica. In caso di difficoltà non esitate a commentare l'articolo; prima di fare modifiche al sistema è consigliato creare un punto di ripristino. In caso di installazione di strumenti terzi prestare attenzione alle spunte ed alle installazioni supplementari superflue.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

NON seguire questo link o sarai bannato dal sito!