Kaspersky anti-ransomware arriva alla versione 4.0

Tempo di lettura: 2 minuti

Il gigante russo rilascia una nuova versione dello strumento anti-ransomware for business, utile per proteggere i computer aziendali da infezioni virali di questo tipo (anche se in calo, come riportato da Microsoft nel suo report).

Vediamo insieme come funziona

Scarichiamo lo strumento

Anti-ransomware tool

Il download del tool è disponibile dal sito ufficiale di Kaspersky, all’avvio dell’installazione abbiamo già la possibilità di impostarne il funzionamento.

Ad
application mode
Tre modalità di utilizzo disponibili

E’ possibile scegliere fra tre modalità di lavoro, ovvero in modalità utente con invio di report via email, modalità utente normale o modalità utente come amministratore.

Se il tool va installato nel pc di un utilizzatore standard è utile abilitare la modalità utente con report.

impostare gli oggetti da bloccare
Due modalità di protezione disponibili

E’ possibile settare il programma affinché protegga e blocchi solo i malware oppure anche gli adware e crypto-miners.

Che differenze con la 3.0?

Le funzionalità introdotte nella versione 4.0 sono molteplici, il primo più importante è la protezione verso la criptazione di cartelle condivise, infatti dopo il primo tentativo lo strumento blocca le connessioni dalla macchina remota.

Inoltre è stato aggiunto il supporto anche a Windows Server 2019, oltre al miglioramento nella rilevazione degli adware o PUP.

Lo strumento è altre sì compatibile anche con Windows 10.

Seguimi

Elvis

Microsoft MVP Windows Expert dal 2011 fino al 2017 e dal 2017 Microsoft MVP Windows Insider. Google Certified e Comptia Security + Certified, ha scritto per WindowsBlogItalia e Windowsteca. Appassionato ed esperto dei sistemi Microsoft Windows e della sicurezza informatica.

In caso di difficoltà non esitate a commentare l'articolo; prima di fare modifiche al sistema è consigliato creare un punto di ripristino.

In caso di installazione di strumenti terzi prestare attenzione alle spunte ed alle installazioni supplementari superflue.
Elvis
Seguimi
(Visited 23 times, 1 visits today)
Ad
Leggi  BadRabbit: nuovo ransomware colpisce i paesi dell'est Europa

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *