Swype è scomparso dagli Store

      Nessun commento su Swype è scomparso dagli Store
Tempo di lettura: 2 minuti

Diversi anni fa, Samsung propose per i suoi smartphone con Windows Phone un nuovo metodo di scrittura a video. In collaborazione con Swype Inc., fu sviluppata un’App, Swype, e nacque anche il verbo “swyppare”. Oggi Swype appartiene a Nuance.

Con quest’App, appariva una tradizionale tastiera QWERTY sullo schermo. Per scrivere, non si doveva più digitare ogni singolo tasto, ma “swyppare”, ossia strisciare fra la tastiera, che avrebbe riconosciuto correttamente quanto si desiderava scrivere.

Fra le App incluse nei suoi dispositivi (non solo con Windows ma anche e soprattutto con Android), era presente anche un piccolo corso avanzato per imparare a swyppare velocemente. Addirittura era possibile scrivere intere frasi strisciando sullo schermo, senza mai alzare il dito. Con il tempo, Swype è stata rilasciata anche per i dispositivi iOS.

Ad

Con il tempo, sono nate altre App simili, in particolare SwiftKey, Gboard (la tastiera strisciante di Google) e TouchPal. Ciascuna di queste ha le sue peculiarità, ma in linea di principio hanno lo scopo d’uso.

Uno swype sulla tastiera

Purtroppo, però, la concorrenza deve aver raggiunto alti livelli, infatti, Swype è stata eliminata dagli store dei dispositivi mobili. È possibile che in alcune nazioni continuerà a essere disponibile, infatti, Amazon Appstore riporta quanto segue se si seleziona Swype:

Non disponi dell’idoneità per acquistare questa applicazione, per motivi dovuti a limiti geografici.
Una caratteristica di Swype era che permetteva di scrivere mettendo a disposizione due dispositivi linguistici in contemporanea. Le altre App concorrenti permettono di scrivere in più lingue, ma si deve passare manualmente da una all’altra.

Un’altra caratteristica riguarda la personalizzazione della tastiera a video. È possibile cambiare l’aspetto, i colori e il posizionamento. Forse, TouchPal è l’App con più personalizzazioni. Infatti, permette anche di aggiungere effetti tridimensionali e sonori (per esempio, la neve che cade secondo i tasti su cui si striscia, mentre sono emessi suoni adatti all’occasione).

I temi di TouchPal Keyboard sono forse i più personalizzabili
Anche se Swype, almeno per ora, non sarà più disponibile, ci resterà il verbo che ha fatto coniare anche nella nostra lingua e altre App eredi, che svolgono attività simili.
Seguimi

Giovanni Correddu

Appassionato del mondo Windows dai tempi di Windows 95 fino a Windows 10 Consulente Digitale presso 10 kilo.it e Genius presso TechAssistance.it. Creatore e compositore musicale.

Nero Ambassador e Nero VIP

In caso di difficoltà non esitate a commentare l'articolo; prima di fare modifiche al sistema è consigliato creare un punto di ripristino.

In caso di installazione di strumenti terzi prestare attenzione alle spunte ed alle installazioni supplementari superflue.
Seguimi

Latest posts by Giovanni Correddu (see all)

(Visited 76 times, 1 visits today)
Ad
Leggi  Riconoscimento facciale di iPhone X hackerato con una maschera

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *