Google pubblica Chrome nel Windows Store…anzi no

Sembrava un momento epocale: un acerrimo competitor come Google pubblicava uno dei suoi prodotti più famosi nel Windows Store…..peccato che si trattasse solo di un fuoco di paglia. 

Si perché è vero che Google ha pubblicato un applicazione inerente Chrome nello Store, ma si trattava solo di un web wrapper che re-indirizzava l’utente alla pagina web dove poter scaricare il browser. Microsoft ha prontamente rimosso l’applicazione, indicando giustamente che non soddisfava i requisiti e le policy dello Store stesso. 

Non possiamo che rimanere basiti di fronte ad un atteggiamento simile, negli ultimi anni Microsoft ha dimostrato un apertura verso piattaforme terze come ad esempio Ubuntu o Git-Hub, realtà di tipo open-source. Google invece, purtroppo, si dimostra chiusa nelle sue ragione dimostrando quasi ostilità verso tutto l’ecosistema Microsoft. 

Ad

Speriamo che la situazione cambi in futuro, anche se non ci sono spiragli in merito. Voi cosa ne dite? Credete sia giusto il comportamento di Google? Diteci la vostra nei commenti.

Via: The Verge

Seguimi

Elvis

Microsoft MVP Windows Expert dal 2011 fino al 2017 e dal 2017 Microsoft MVP Windows Insider. Google Certified e Comptia Security + Certified, ha scritto per WindowsBlogItalia e Windowsteca. Appassionato ed esperto dei sistemi Microsoft Windows e della sicurezza informatica.

In caso di difficoltà non esitate a commentare l'articolo; prima di fare modifiche al sistema è consigliato creare un punto di ripristino.

In caso di installazione di strumenti terzi prestare attenzione alle spunte ed alle installazioni supplementari superflue.
Elvis
Seguimi
(Visited 47 times, 1 visits today)
Ad

About Elvis

Microsoft MVP Windows Expert dal 2011 fino al 2017 e dal 2017 Microsoft MVP Windows Insider. Google Certified e Comptia Security + Certified, ha scritto per WindowsBlogItalia e Windowsteca. Appassionato ed esperto dei sistemi Microsoft Windows e della sicurezza informatica. In caso di difficoltà non esitate a commentare l'articolo; prima di fare modifiche al sistema è consigliato creare un punto di ripristino. In caso di installazione di strumenti terzi prestare attenzione alle spunte ed alle installazioni supplementari superflue.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *