Razer Phone: Watch, Listen, Play

      Nessun commento su Razer Phone: Watch, Listen, Play

WATCH, LISTEN, PLAY

Questo è il motto del nuovo smartphone presentato ufficialmente da Razer, azienda specializzata in prodotti videoludici. Il motto significa: “Guarda, ascolta, gioca”. Ben riassume l’uso normale che si fa di uno smartphone, ossia di un telefono intelligente.

Si tratta di un telefono particolare, dotato di nuove tecnologie. Citiamo, per esempio, l’UltraMotionTM. Serve a garantire sul display una velocità di aggiornamento fino a 120 Hz. In questo modo, si eliminano i ritardi dovuti al display (non al processore o alla RAM). Nel caso di videogiochi più frenetici, quindi, tutto dipenderà dalla velocità con cui il nostro dito toccherà lo schermo, perché la colpa se qualche nostra azione andrà male non sarà del dispositivo. Il display è un Quad HD, pertanto la risoluzione (5.7”, 1440 x 2560) sarà superiore al Full HD offrendo una vasta gamma di colori, vivaci e nitidi.

Ad

Osservando attentamente questa sessione di gioco, si nota un particolare: ai lati del display, quelli con cui si afferra il telefono, ci sono diversi fori. Si tratta degli altoparlanti potenti di cui è stato dotato il Razer Phone? In effetti, sappiamo che utilizza la tecnologia True-to-life Cinematic Audio. Di che cosa si tratta? Il dispositivo è fornito di certificazione THX e decodifica Dolby ATMOS. I diffusori frontali hanno un doppio amplificatore incorporato, che garantirà un suono eccezionale nei file multimediali, nei videogiochi, nella visione di un film, ecc. Tuttavia, i migliori risultati si otterranno collegando delle cuffie (meglio che siano certificate per il Surround). La qualità sarà presente anche nelle telefonate?(Ricordiamo che si tratta di uno smartphone.)

Come si nota, il retro non toglie dubbi: il disegno ìndica che è davvero di un telefono Razer (Razer Phone, per l’appunto). Intanto che molti produttori stanno cercando di eliminare le cornici e di rendere i telefoni più fini, notiamo dalla foto che il telefono appare leggermente più alto e con un fine bordo sulle cornici laterali. Questo particolare design, abbiamo già capito, ha dovuto alla presenza di hardware di qualità eccezionale. Ma oltre agli altoparlanti, che cos’altro offre questo telefono? Un processore Qualcomm Snapdragon 835 e 8 GB di RAM dual channel (LPDDR4 a 1866 MHz). La memoria interna è da 64 GB, e si può aggiungere una microSD di classe 10 con il “limite” dei 2 TB (al momento si trovano con difficoltà le memorie da 0,5 TB).

Leggi  Race Driver: GRID - Stagione 2

Il sito Qualcomm permette di capire che cosa aspettarci: una CPU a 8 Core che arriva a 2.45 GHz (supera il limite minimo di 2.40 GHz imposto da Intel una decina di anni fa per definire una macchina un computer da gaming); la fotocamera può gestire fino a 32 MP (max 16 MP se doppia), arrivando a realizzare filmati 4K, grazie anche al display 4K Ultra HD. Attenzione al display: secondo Qualcomm dovrebbe gestire solo 60 FPS, ma nel nostro caso questo limite potrebbe essere stato superato da Razer.

Razer afferma che, poiché lo smartphone è pensato per il gaming, la batteria è stata ottimizzata, grazie alla funzione Game Booster, che dovrebbe tenere a bada anche la temperatura. La batteria è da 4.000 mAh. Anche se Razer dichiara che “è una delle più grandi capacità disponibili”, ricordiamo che gli smartphone cinesi di Oukitel e di Umidigi (giusto per citare due produttori) superano di gran lunga questa cifra (arrivando anche a 10.000 mAh). Tuttavia, è presente la funzione Quick Charge.

Parliamo della fotocamera posteriore. È doppia, una “limitata” a 12 MP, l’altra a 13 MP. L’obiettivo può passare da un grandangolo f1.7 a un teleobiettivo 2x. È presente un doppio flash, per non perdere la qualità nei colori anche al buio. La camera anteriore è da 8MP.

Trovate maggiori informazioni nella pagina ufficiale del Razer Phone, compresa la lista degli accessori ufficiali.

Seguimi

Giovanni Correddu

Appassionato del mondo Windows dai tempi di Windows 95 fino a Windows 10 Consulente Digitale presso 10 kilo.it e Genius presso TechAssistance.it. Creatore e compositore musicale.

Nero Ambassador e Nero VIP

In caso di difficoltà non esitate a commentare l'articolo; prima di fare modifiche al sistema è consigliato creare un punto di ripristino.

In caso di installazione di strumenti terzi prestare attenzione alle spunte ed alle installazioni supplementari superflue.
Seguimi

Latest posts by Giovanni Correddu (see all)

(Visited 80 times, 1 visits today)
Ad

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *