Campagna Phishing con falsi F24 veicola malware Zeus/Panda

Tempo di lettura: < 1 minuto

La Polizia Postale ha pubblicato un informativa in merito ad una campagna phishing in atto con allegato un falso modello F24, il quale contiene il malware Zeus/Panda che permette agli attaccanti di controllare il computer infettato e rubarne i dati ivi compresi le credenziali bancarie, indirizzi email, PEC e simili: questi ultimi dati sono usati per diffondere a sua volta l’infezione ad altri computer. 

Nello specifico si tratta di un trojan bancario, a questo riguardo quindi è sempre opportuno prestare molta attenzione alle email che riceviamo e se abbiamo dubbi scansioniamo l’allegato separatamente con il nostro antivirus o eseguendone l’upload su siti come virustotal.

Approfondimenti: Postale: attenzione alle false mail dell’Agenzia delle Entrate

Seguimi

Elvis

Microsoft MVP Windows Expert dal 2011 fino al 2017 e dal 2017 Microsoft MVP Windows Insider. Google Certified e Comptia Security + Certified, ha scritto per WindowsBlogItalia e Windowsteca. Appassionato ed esperto dei sistemi Microsoft Windows e della sicurezza informatica.

In caso di difficoltà non esitate a commentare l'articolo; prima di fare modifiche al sistema è consigliato creare un punto di ripristino.

In caso di installazione di strumenti terzi prestare attenzione alle spunte ed alle installazioni supplementari superflue.
Elvis
Seguimi
(Visited 86 times, 1 visits today)
Leggi  Campagna malvertising su pornhub: diffusione del malware Kovter

Elvis

Microsoft MVP Windows Expert dal 2011 fino al 2017 e dal 2017 Microsoft MVP Windows Insider. Google Certified e Comptia Security + Certified, ha scritto per WindowsBlogItalia e Windowsteca. Appassionato ed esperto dei sistemi Microsoft Windows e della sicurezza informatica. In caso di difficoltà non esitate a commentare l'articolo; prima di fare modifiche al sistema è consigliato creare un punto di ripristino. In caso di installazione di strumenti terzi prestare attenzione alle spunte ed alle installazioni supplementari superflue.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Vai alla barra degli strumenti