L’Italia non è un paese per pirati: continua l’operazione Odissea

Tempo di lettura: < 1 minuto
Avevamo già parlato dell’operazione Odissea (La Corte di Roma ordina la chiusura di 50 siti pirata ) ora arrivata ad Odissea 3 che ha visto la chiusura, tramite oscuramente ISP (DNS) di altri 41 siti che offrivano contenuti pirata, come ad esempio film molto recenti (I magnifici 7, Suicide Squad ecc) e molti altri siti che invece offrivano contenuti sportivi, ove si poteva vedere in streaming partite importanti di Premier League, Ligue 1, Bundesliga ecc

Complessivamente l’operazione Odissea ha portato ad oscurare o impedire l’accesso a ben 291 siti, cosa che porta l’italia tra le top 5 dei paesi con maggiori operazioni mirate contro la pirateria, preceduta solo da Portogallo e Regno Unito.
Un cambio di direzione visto in questi ultimi anni, ove la lotta alla pirateria è continua e senza sosta. Voi cosa ne pensate? 
Elvis
Seguimi
(Visited 63 times, 1 visits today)

Elvis

Microsoft MVP Windows Expert dal 2011 fino al 2017 e dal 2017 Microsoft MVP Windows Insider. Google Certified e Comptia Security + Certified, ha scritto per WindowsBlogItalia e Windowsteca. Appassionato ed esperto dei sistemi Microsoft Windows e della sicurezza informatica. In caso di difficoltà non esitate a commentare l'articolo; prima di fare modifiche al sistema è consigliato creare un punto di ripristino. In caso di installazione di strumenti terzi prestare attenzione alle spunte ed alle installazioni supplementari superflue.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *