La Bibbia sulla capocchia di uno spillo


Esperti israeliani di nanotecnologia sono riusciti a stampare l’intero “Antico Testamento” in ebraico su un chip di silicio “più piccolo della capocchia di uno spillo”, riferisce la rivista on-line Science Daily. Hanno potuto realizzare l’impresa bombardando la superficie del chip rivestita d’oro con un fascio concentrato di particelle minuscole: ioni di gallio.

“Il progetto della nano-Bibbia dimostra le capacità di miniaturizzazione a nostra disposizione”, spiega il prof. Uri Sivan dell’Istituto di Tecnologia Technion-Israel.

Apre inoltre la strada all’‘immagazzinamento d’informazioni in pochissimo spazio’.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

NON seguire questo link o sarai bannato dal sito!